venerdì, ottobre 13

Torta di ricotta e cioccolato

Ingredienti:

3 uova
250 g di ricotta fresca
40 g di latte intero
80 g di burro
180 g di zucchero
250 g di farina
100 g di cioccolato fondente
1 bustina di lievito per dolci
zucchero a velo



In una ciotola lavorate per almeno 10 minuti i tuorli con lo zucchero mentre gli albumi montateli a neve ben ferma e conservateli in frigo.
Al composto di uova e zucchero aggiungete il burro fuso già raffreddato e lavorate energicamente finchè il composto risulta liscio e cremoso.
Aggiungete ora la ricotta ben scolata e lavorate il composto ad alta velocità.
Ora unite gli albumi delicatamente facendo movimenti delicati e non appena avrete ottenuto un composto bello gonfio unite la farina e lievito setacciati.
Mescolate sempre delicatamente con una spatola.
Infine aggiungete il latte facendo assorbire completamente.
Trasferite l'impasto in uno stampo imburrato e infarinato e in superficie aggiungete il cioccolato tagliato grossolanamente.
Cuocete in forno a 180 ° per circa 35 minuti.
Lasciate intiepidire e completate con abbondante zucchero a velo






Crostata di costine, prosciutto e prezzemolo


Chi ha detto che la crostata dev'essere solo dolce?
La ricetta è molto versatile e se avete tanta fantasia riuscirete a portare in tavola gusto e bellezza.


Ingredienti per 4 persone:

per la base:
150 g di farina 0
150 g di semola grano duro
40 g di olio evo
1 mazzetto di prezzemolo riccio
1/2 cucchiaino di sale

per la farcia:

1 uovo e 2 tuorli
200 g di ricotta fresca
80 g di parmigiano grattugiato
200 g di costine
80 g di prosciutto crudo a fette sottili
sale e pepe

Iniziamo a preparare la pasta frullando il prezzemolo con l'olio. Riunite le farine in una ciotola versando al centro l'olio con il prezzemolo tritato, 120 ml di acqua fredda e il sale.
Lavorate fino a ottenere un composto elastico e omogeneo.
Formate una palla e avvolgetela nella pellicola e fatela riposare in frigo per 30 minuti.
Lavate le costine e cuocetele al vapore finchè risultano tenere. Fatele raffreddare e avvolgeteli nel prosciutto.
In una ciotola lavorate con le fruste le uova, la ricotta, il parmigiano e il pepe.
Stendete la pasta in una teglia rotonda di 22 cm imburrata e infarinata. Bucherellate il fondo, versatevi il mix di uova e appoggiatevi sopra le costine. Cuocete la crostata per 35 minuti a 180° finchè sarà dorata e croccante.



venerdì, ottobre 6

Maionese vegana alla zucca e veggie burger


Ingredienti per la maionese:

60 g di latte di soia
60 g di zucca tagliata a cubetti
180 di olio di girasole
un cucchiaino di curcuma
un pizzico di zenzero
un pizzico di sale

Fate saltare la zucca in una padella con un filo d'olio. Fatela raffreddare e trasferitela in un contenitore con i bordi alti. Frullatela con un mixer. Aggiungete il latte, curcuma, zenzero, sale e a filo aggiungete l'olio sbattendo energicamente fino a quando non otterrete una crema densa.


Per i veggie burger:

250 g di fagioli cotti
50 g di mollica di pane
sale e pepe
prezzemolo
2 zucchine trombetta
2 porri
1 uovo

In una padella fate saltare le zucchine trombetta tagliate finemente e i porri tagliate a rondelle.
In una ciotola rendete a purea con una forchetta i fagioli, aggiungete la mollica di pane, sale, pepe,il prezzemolo tritato, le zucchine, i porri ed infine l'uovo. Lavorate con le mani fino a ottenere un impasto compatto, se dovesse risultare troppo morbido potete aggiungere il pangrattato.
Fatto ciò plasmateli per dar loro la forma di un hamburger e fate cuocere in una padella con un filo d'olio per circa 4 minuti.
Intanto potete iniziare a dividere i vostri panini a metà e a farcirli con la maionese alla zucca, aggiungete il veggie burger e se lo gradite dei pomodori e una fetta di lattuga.

Non avete ancora programmi per stasera?
Io propongo i veggie burger da mangiare sul divano guardando la vostra serie preferita del momento.
La mia in questo momento è NIKITA.
Buon weekend!







mercoledì, ottobre 4

- TORTA DI MANDORLE E RICOTTA -

- TORTA DI MANDORLE E RICOTTA -

ingredienti:

250 g di farina di mandorle
200 g di zucchero di canna integrale
un baccello di vaniglia
300 g di ricotta fresca
2 cucchiai di miele di castagno
120 g di burro
1 limone bio
4 uova

Per decorare:
zucchero a velo
100 g di lamelle di mandorle

Procedimento

In una terrina lavorate il burro con lo zucchero e i semi di vaniglia fino a ottenere un composto cremoso.
Aggiungete la scorza del limone e i tuorli uno per volta. Spremete il succo del limone e aggiungetelo al composto, poi unite la ricotta,il miele,la farina di mandorle(gradualmente per evitare di formare grumi) e infine gli albumi montati a neve ben ferma.
Mescolate delicatamente per evitare di smontare l'impasto.
Versate il composto in uno stampo a cerniera (diametro 26 cm) rivestito da carta da forno bagnata e strizzata.
Infornate in forno già caldo a 180° per circa 50 minuti.
Fate raffreddare completamente la torta prima di decorarla con le lamelle di mandorle e con lo zucchero a velo.



martedì, ottobre 3

3 ANNI! AUGURI PICCOLO GRANDE UOMO!!!

Il 28 settembre il nostro piccolo ometto ha compiuto 3 anni e ha festeggiato all'asilo con i suoi nuovi amici. Mentre domenica abbiamo organizzato per lui una festa a sorpresa in giardino con amici e parenti. I suoi occhi pieni di gioia ed emozione mi hanno regalato una felicità immensa.
E' stato un bel pomeriggio di giochi e risate!

Come la maggior parte dei maschietti Gregorio adora le macchinine e ovviamente il tema che ho scelto per la festa sono state proprio loro.
Su ETSY ho scelto la grafica per l'invito e i tag mentre su BABY BOTTEGA ho scelto le decorazioni che come sempre il servizio è eccezionale e i prodotti sono fantastici ma soprattutto originali. Grazie ancora Daisy!
 Focaccia farcita, cupcake, la favolosa cheesecake di Gabry, salame al cioccolato ed infine la buonissima torta a forma di macchina ovviamente al cioccolato e marmellata di ciliege. BUONISSIMA!









Voglio ringraziare nuovamente tutte le persone che hanno reso bellissima la festa del piccolo Gregorio con i loro sorrisi e tutti i regali e ringrazio anche tutti voi per i messaggi di auguri che ci avete mandato! Grazie di vero cuore!

venerdì, settembre 29

CALZONI SENZA LIEVITAZIONE - FACILI E VELOCI DA PREPARARE-

I calzoni sono dei golosi e morbidi panzerotti ripieni ma che non hanno bisogno di lievitazione.
Li ho provati fritti e in padella ma il risultato più buono l'ho ottenuto in forno.
Bastano pochissimi ingredienti e pochissimo tempo per ottenere calzoni morbidi e gustosi.
Per il ripieno ho scelto broccoli, salsiccia e scamorza ma voi potete aggiungere prosciutto e formaggio, salame e mozzarella o la versione vegetariana verdure grigliata e ricotta.


Ingredienti per circa 18 calzoni:

300 g di farina 00
160 g di acqua
1/2 bustina di lievito per torte salate PANEANGELI
5 g di sale
2 cucchiai di olio extravergine

In una ciotola mescolate tutti gli ingredienti e lavorate con le mani fino a formare una palla.
Spolverate il piano di lavoro con la farina e stendete con il mattarello la pasta ad uno spessore di 3 mm.Utilizzate un coppa pasta e tagliate tanti cerchi.
Al centro mettete il ripieno che avete scelto, richiudete il calzone a mezzaluna e sigillate bene i bordi.
Disponeteli su una teglia ricoperta da carta da forno aggiungendo su ogni calzone un filo d'olio e cuocete per 20 minuti a 180°

- INTERIOR DESIGN - CERSAIE


Cersaie 2017
­
Carmen Lombisani


Architetto & Interior designer: www.inmaison.it
Lo scorso lunedì ho fatto una gita fuoriporta in quel di Bologna per la 35.a edizione di CERSAIE, che proprio quest’anno per la prima volta è stata rappresentata da due diversi manifesti, ciascuno riferito al proprio settore: i rivestimenti in ceramica ed i prodotti dell’arredo bagno.
Ma cos’è Cersaie? Cersaie è il salone internazionale della Ceramica per l’Architettura e dell’Arredobagno e ogni anno per 5 giorni le aziende presentano ai professionisti tutte le novità che lo riguardano, attraverso delle vere e proprie visite guidate all’interno dei loro stand ed esposizioni, illustrando ciò che di nuovo il mondo delle ceramiche e arredo bagno può fornirci per i nostri progetti.

L’azienda ABK CERAMICHE, ha aperto il mio giro in fiera, presentandosi con uno stand completamente rivoluzionato, trasformando le grandi lastre in superfici d’arredo, cambiando le regole della progettazione.
Inoltre mi è stato presentato il progetto WIDE&STYLE, dove la ceramica si arricchisce di un nuovo aspetto, la decorazione.

La CERAMICA SANT'AGOSTINO ha fatto un suo motto, materiale di lavoro “La bellezza è un grande impegno quotidiano” e a Cersaie 2017 ha interpretato la tradizione in chiave contemporanea, attraverso ad esempio una linea di cementine in grès porcellanato, legni ceramici per ispirazioni calde e fruttare e meravigliose pietre ed eleganti marmi per esaltare la ricca primitività dell’argilla.

Continuando la visita sono passata da MOSAICO + che attraverso un sistema produttivo Made in Italy ha come segno distintivo quello di ambire all’eccellenza.

Una scatola composta da sette decori interamente pennellati a mano è stata una delle collezioni di piastrelle da pavimento e rivestimento d’interni proposta da CERAMICHE BARDELLI disegnata da DimoreStudio. Meravigliose!!

Non potevo passare da Wall&deco (ora che ho deciso come completare il bagno di casa mia) per essere aggiornata sulle ultime collezioni Wet system. Presto vi mostrerò cosa ho scelto.

Un meraviglioso allestimento con profumi e fiori delle ragazze di OUIFLEURS hanno reso ancora più magico lo stand di RAGNO che si caratterizza con soluzioni precise ed affidabili e abbracciando sempre di più il concetto di arredare con stile ogni tipo di spazio partendo proprio dalle ceramiche.

In Marazzi la parola d’ordine è stata “Grande”; grande come il loro nuovo progetto che vede protagonisti assoluti grandi formati di lastre in grès porcellato con grandi possibilità di progettazione e personalizzazione
degli spazi. Effetti marmi e cementi, con 6 mm di spessore nascono per rivestire superfici piane orizzontali e verticali, ma anche elementi d’arredo e facciate degli edifici.

Con un’ampia gamma di pavimenti e rivestimenti in gres porcellanato, CERAMICHE KEOPE, risponde alle esigenze della progettazione contemporanea e per i nostri interni ha proposto effetti pietra, cemento, legno e marmo che continuano il loro lavoro nel mondo del rivestimento ma seguono il passo del cambiamento e si trasformano in perfetti elementi di design con effetti resina e cemento.

Un veloce salto da PORCELANOSA, che è uno dei produttori di ceramiche più importanti al mondo, famoso anche per la sua diversificazione nella produzione con una vasta gamma di prodotti di rivestimento e attrezzature per la cucina e per il bagno che soddisfano l’architettura contemporanea.

In serata mi sono diretta all’evento mutina nella loro camaleontica sede espositiva (in continuo cambiamento e ora con uno spazio dedicato interamente ad Art Exhibition con opere contemporanee) in cui traspare a pieno il modo inedito del brand di guardare alla ceramica, non più come un semplice rivestimento, ma come progetto d’interior design. Ed in occasione di Cersaie 2017 ha presentato la nuova collezione realizzata da un team affiatato di designer che lavora condividendo le stesse passioni. Nomi dal calibro di PATRICIA URQUIOLA, RONAN e ERWAN BOUROULLEC e RAW EDGES. Superbi!!


credits: CARMEN LOMBISANI












giovedì, settembre 14

I SUCCHI ESTRATTI A FREDDI - BENEFICI, PROPRIETA' E COME PREPARARLI A CASA

Avete mai sentito parlare della juicing therapy ?
Il primo ad approfondire le proprietà dei succhi freschi e a proporre una terapia a base di essi è stato Norman Walker.
Morto all'età di 99 anni sosteneva che un colon che si mantiene pulito e un organismo rivitalizzato possono naturalmente far fronte a malanni e disturbi di varia origine portando salute e benessere all'organismo.


LE PROPRIETA' DEI SUCCHI VIVI

I succhi vivi di frutta e verdura rappresentano per l'organismo una vera carica di "energia vibrante"
Le loro proprietà sono molteplici, proprio a seconda del tipo di frutta o verdura che si sceglie, e di gran lunga migliori rispetto a quelle dei cibi cotti. Va considerato anzitutto che a 54° gli enzimi muoiono, per cui il cibo, sottoposto a temperature oltre i 54° perde la vita e il suo valore nutritivo.
Si può dire che, grazie alla presenza di amminoacidi, sali minerali, enzimi e vitamine, i succhi estratti da frutta e verdura sono dei veri e propri rigeneratori del corpo umano, che fanno bene dalla testa ai piedi, in qualsiasi momento dell'anno: rinvigoriscono le cellule, fanno splendere la pelle, proteggono gli organi, riattivano l'intestino pigro, regalano energia, e proteggono da sintomi influenzali come febbre, mal di gola, tonsillite, etc
In sostanza i succhi freschi estratti da vegetali e frutta crudi sono il mezzo attraverso il quale possiamo rifornire tutte le cellule e i tessuti del corpo degli elementi e degli enzimi nutrizionali di cui necessitano nel modo in cui possono essere più digeribili e assimilabili, cosa che avviene dopo solo dieci/quindici minuti.
succhi vanno infatti bevuti subito, altrimenti si attua un processo di ossidazione che li farà deperire in poco tempo, e quindi ne verranno perse le proprietà nutrizionali e curative.

La cosa più importante per poter godere appieno di tutti questi benefici, è che i succhi vivi siano estratti nel modo corretto, utilizzando estrattori capaci di mantenerne attive le loro preziose proprietà; inoltre vanno consumati subito e prodotti con alimenti freschi e biologici, ancora meglio se di stagione.
Gli estrattori permettono di estrarre succo vivo da verdura, frutta, erbe, ma anche di ottenere latte da mandorle, soia, riso, melograno, germogli e altro ancora.
 Grazie agli estrattori in commercio il succo viene estratto a freddo e riesci così a mantenere intatti gli enzimi di frutta e verdura contenuti nella bevanda che diventa un'ottima fonte di vitamine e minerali.
Grazie all'estrazione a freddo, a differenza della classica centrifuga, le sostanze benefiche presenti negli alimenti restano intatte e il succo è sicuramente più salutare.
Io uso il modello HOTPOINT e mi trovo benissimo perchè facile da utilizzare e pulire.

 La prima ricetta che vi propongo è a base di sedano che è un vegetale adorato da molti e odiato da tanti altri. Tuttavia, non è, come molti credono, soltanto un ingrediente per insalate o zuppe. Il sedano, inoltre, ha moltissime proprietà, aiuta a perdere peso, è nutriente e vi darà tutta l’energia di cui avete bisogno ogni giorno. Non dubitate a provare alcune delle ricette rivitalizzanti a base di sedano, l’ideale per iniziare la giornata!

Sia il gambo che le foglie e la radice del sedano si possono utilizzare e consumare in diversi piatti. Una delle maggiori proprietà del sedano è quella di essere un eccellente diuretico, per cui è ottimo per trattare problemi come i calcoli renali, i gonfiori e i liquidi che si accumulano nelle gambe. Grazie alla sua azione elimina le tossine negative che si accumulano nel corpo.

Estratto di sedano, mela, zenzero e limone

 3 gambi di sedano
2 mele
1 limone
zenzero fresco


Lavate e sbucciate tutti i vegetali, tagliateli a cubetti e metteteli nel frullatore. Se lo credete necessario, aggiungete un po’ di acqua per renderlo più liquido.
Io la bevo al mattino prima della colazione.



E voi invece che estratti preferite?



mercoledì, settembre 13

- UN'ESTATE FANTASTICA -

Puglia, Sicilia e Calabria. quattro adulti, un bimbo di tre anni, un cane e tre meravigliose regioni tutte da scoprire.
La prima volta che andai in Puglia avevo quasi 17 anni, mi aveva da subito conquistata per il suo candore e la sua bellezza perfetta, il suo cibo e il mare mi avevano rubato il cuore.
Certo che l'Italia è davvero tutta stupenda ma la Puglia ragazzi è qualcosa che vi rapisce completamente.
Il buon cibo, il mare e la cordialità delle gente fanno in modo che quando dovete lasciare questa terra meravigliosa non solo gli occhi piangono ma anche il cuore.
Voglio dedicare questo post completamente alla Puglia consigliandovi posti che non potete assolutamente perdervi se vi capiterà di andarci ma vi assicuro che dopo aver letto questo articolo e viste queste foto sarete già su AIRBNB  a prenotare la vostra prossima vacanza!
La nostra prima tappa è stata COREGGIA,frazione di Alberobello.
A pochi passi dall'incantevole città dei trulli,Coreggia con 1000 abitanti è ricca di masserie e distese di terre affidate alla laboriosità contadina.

COREGGIA

Noi abbiamo soggiornato in un trullo da sogno, la proprietaria ci ha accolti con pasticciotti e dolcetti freschi per la colazione.
Il nostro trullo, IL TRULLO DEL SORRISO, è il posto perfetto per concedersi l'esperienza di soggiornare in un trullo completamente immerso nella natura lontano dalla città in piena tranquillità.
Perfetto se avete bambini ma fantastico per chi ha animali come noi perchè il giardino è molto spazioso e mentre noi eravamo al mare Athena si è divertita a esplorare ovunque.











Quando si parla della Puglia non si parla solo di cibo ottimo e di mare da sogno perchè anche le sue ceramiche non sono da meno. La Puglia custodisce il fulcro dell'attività artigiana di ceramiche.
Impossibile non portar via un ricordo di questa singolare paese: il più rappresentativo e simpatico è sicuramente "lu pumu", il piccolo pomo di ceramica dalle diverse dimensioni e colori che spessi si trovano agli angoli dei balconi dei paesi pugliesi.
Il pumo è un concentrato di tradizione, arte e poesia: augurio di una nuova vita, di perfezione e di bellezza ma anche un portafortuna.





ALBEROBELLO

A pochi chilometri trovate Alberobello, la capitale dei trulli.
Il nome deriva dal greco che vuol dire cupola e indica delle antiche costruzioni coniche in pietra.
Secondo alcuni studi i trulli di Alberobello risalirebbero alla metà del XIV secolo; all'epoca infatti era comune abbattere e ricostruire gli edifici dissestati, piuttosto che ripararli. 
La costruzione a secco, senza malta, sembra sia stata imposta ai contadini nel XV secolo dai Conti di Conversano, per sfuggire a un editto del Regno di Napoli che imponeva tributi a ogni nuovo insediamento urbano. Tali edifici risultavano perciò costruzioni precarie, di facile demolizione e non tassabili. 
In verità i trulli sono tutt’altro che precari: la struttura interna, seppur priva di elementi di sostegno e collegamento, possiede infatti una straordinaria capacità statica.



POLIGANO A MARE

Altra perla preziosa è sicuramente POLIGNANO A MARE . Sapete che vi dico? Che cerchiamo lontano per cercare posti belli  quando la vera bellezza ce l'abbiamo proprio in casa.

Il suo mare azzurro, il clima perfetto, la frisella bagnata con l'acqua del mare e condita con pomodoro e origano, i sorrisi e il senso di ospitalità della gente.
Ho cercato di catturare non solo con la macchina fotografica ma anche con gli occhi più bellezza che potevo di questo posto per poi utilizzarli nei momenti di freddo e gelo di questo prossimo inverno.

Qui a Polignano non potete andar via senza aver fatto un salto da PESCARIA




E' stato bellissimo vedere gli occhi di Gregorio riempirsi di meraviglia quando scopriva posti e cose nuove, sentirlo esclamare: "questa vacanza mi piace moltissimo" oppure "mamma rimaniamo sempre qui nella vacanza?"









OSTUNI

Arroccata su tre colli, Ostuni sorge nella meravigliosa Valle D'Itria.
Conosciuta come la città bianca,  Ostuni è legata alla caratteristica colorazione con pittura a calce del borgo antico, una pratica tuttora rigorosamente rispettata dai residenti. Al centro del borgo sorge la quattrocentesca cattedrale in stile romantico-gotico su cui spicca un rosone a 24 raggi di rara bellezza.
Qui non potete assolutamente perdervi le orecchiette dell'OSTERIA MONACELLE  semplicemente paradisiache :-))



Puglia ci sei piaciuta da matti e non vediamo l'ora di tornare da te!